Vai al Contenuto - Sitemap
foto rappresentativa

FAQ - DIDATTICA A DISTANZA, domande e risposte

FAQ - DIDATTICA A DISTANZA, domande e risposte

Da quando è necessario partire con la didattica a distanza sincrona?

Partiamo dalla settimana del 16 marzo. Ognuno con i propri tempi e possibilità. I docenti comincino a prendere confidenza con gli strumenti proposti e pian piano crescano in esperienza. Nessuno pretende che le azioni siano perfette, conta all’inizio stabilire il contatto con gli alunni.

Per quante ore al giorno è necessario attivare videoconferenze?

Per la Scuola primaria un paio di incontri la settimana, anche solo per stare vicini ai propri alunni, farsi vedere, parlare, raccontare storie, ecc.

Per la Scuola secondaria 2-3 ore al giorno.

A seconda dell’età degli alunni e delle necessità delle famiglie, i team docenti della scuola primaria sono liberi di programmare le attività in occasioni antimeridiane o pomeridiane (es. assenza dei genitori al mattino, impossibilità per gli alunni di utilizzare internet, ecc.).

Nella Scuola secondaria è necessario seguire il più possibile l’orario delle lezioni settimanale.

Come si fa a far accordare gli alunni sull’ora stabilita?

Gli appuntamenti con gli studenti verranno gestiti tramite il Registro elettronico nella parte in cui vengono assegnati i compiti da svolgere.

È possibile registrare le videoconferenze?

No, non è possibile registrare videoconferenze. Principalmente per problematiche legate alla privacy dell’utenza minorenne ma anche a tutela degli insegnanti. Si invita pertanto a non registrare videoconferenze in modalità sincrona.

Come si può parlare di obbligo di partecipazione da parte degli alunni se non tutti hanno sistemi informatici e linea internet?

La scuola dispone di un certo numero di device e può fornirli in comodato d’uso agli alunni. Le famiglie possono mettersi in contatto con la segreteria della scuola e calendarizzare un appuntamento per la firma del contratto e il ritiro del device.

La scuola non è in grado invece di fornire collegamenti ad internet gratuiti all’utenza. Si invita a visitare il sito https://solidarietadigitale.agid.gov.it/#/

Che valore legale avrà il registro che il docente dovrà compilare?

Servirà per avere un feedback su quello che abbiamo messo in campo. Nessuno ad oggi ha dato indicazioni normative su se, come e cosa valutare o se e come considerare le presenze degli alunni: ricordo che ad oggi c’è un Decreto del Presidente della Repubblica che rende valido l’anno scolastico anche se con meno di 200 giorni, nulla più.

Come possiamo pretendere di attivare una didattica a distanza se la scuola non ha mai istruito gli alunni all’utilizzo dei mezzi informatici?

Ad oggi purtroppo le alternative non sono molte: gli insegnanti devono fare l’impossibile per arrivare nelle case di tutti e per fare in modo che le attività procedano nel modo più “normale” possibile. La parola d’ordine è arrivare a tutti in ogni modo, anche con un semplice screenshot.